Diritti dei disabili, Iacopo Melio nominato Cavaliere da Mattarella | VIDEO

Diritti dei disabili, Iacopo Melio nominato Cavaliere da Mattarella | VIDEO

01/01/2019 0 Di Redazione

Affetto dalla Sindrome di Escobar, Iacopo ha trasformato la sua disabilità in una missione quotidiana “per l’abbattimento degli stereotipi”, a partire dal web come ci ha raccontato. Per questo il presidente Sergio Mattarella lo ha nominato Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica.

Iacopo Melio è stato nominato Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana dal presidente Sergio Mattarella. Ricordate il suo impegno? Affetto dalla Sindrome di Escobar, è riuscito a trasformare la sua disabilità in una missione quotidiana nel tentativo di abbattere le barriere (non solo architettoniche) ma anche culturali che trova attorno a sé. Lo ha raccontato a Le Iene, come vedete qui sopra, in un’intervista in cui ci ha parlato della sua guerra contro i “leoni da tastiera sul web” (clicca qui per l’intervista integrale).

“Sei solo un povero disabile e non puoi darmi lezioni di vita”, gli ha scritto un hater. Noi lo abbiamo sostenuto subito, ora Mattarella lo ha nominato Cavaliere. Grazie Iacopo Melio per la tua lotta ❤️👇

Pubblicato da Le Iene su Domenica 30 dicembre 2018

Affetto dalla sindrome di Escoban, studia Scienze Politiche a Firenze e lavora come freelance nel mondo del giornalismo. Iacopo, 25 anni, si occupa di sensibilizzazione e divulgazione come attivista per i diritti umani e civili.

Nel gennaio 2015 ha fondato la onlus “#vorreiprendereiltreno”, per portare avanti progetti sulla disabilità. Gira l’Italia, fisicamente e virtualmente, come relatore in conferenze, eventi, lezioni o incontri nelle scuole. Nel marzo 2018 ha pubblicato il libro “Faccio salti altissimi”.

Poche settimane prima della nostra intervista, per esempio, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook, da oltre 630mila fan, il commento di un hater: “Sei solo un povero disabile e non puoi darmi lezioni di vita”. In tantissimi hanno manifestato la loro solidarietà a Iacopo e anche noi ci siamo complimentati con lui.

“Lo schermo e la tastiera sono uno scudo molto rassicurante”, ci ha detto a Le Iene. “Sarebbe bello se certi leoni da tastiera ogni tanto si rivelassero e avessero il coraggio di portare avanti le loro idee a testa alta”. Di sicuro Iacopo di coraggio e idee ne ha veramente tanti. Per il suo impegno quotidiano ha vinto il “Premio del Cittadino Europeo”, conferito dal Parlamento Europeo, a cui si aggiunge ora quello del presidente Mattarella.

“Per il suo appassionato contributo alla causa dell’abbattimento delle barriere architettoniche e degli stereotipi culturali” è la motivazione per cui è stato insignito del titolo di Cavaliere. “Grazie, di cuore a chi mi legge, al presidente Mattarella che ancora una volta ha valorizzato persone straordinarie in tempi non facili, regalando speranza”, è il commento di Iacopo. “Io, in tutto questo, sono solo un pezzo del puzzle che dobbiamo continuare a comporre insieme, giorno dopo giorno, non lo dimentichiamo. E viva le parole, quelle che costruiscono il futuro migliore, con tanti ponti e pochi muri”.

Assieme a Iacopo altri 32 cittadine e cittadini sono stati premiati dal Capo dello Stato per essersi distinti per atti di eroismo, per l’impegno nella solidarietà, nel soccorso, per l’attività in favore dell’inclusione sociale, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità.

Fonte Iene.mediaset.it