Partinico, incendiati due pulmini per disabili: “Solo i vigliacchi colpiscono i più deboli”

29/12/2018 0 Di Redazione

Dura la condanna del sindaco De Luca, che parla di “attacco al cuore di Partinico”: “Dopo questa intimidazione andremo avanti con maggiore forza“. Indagini della polizia. Bambini senza mezzi di trasporto, l’assessore ai Servizi sociali Pennino: “Li ricompreremo al più presto con l’aiuto di sponsor

Incendiati due pulmini per il trasporto dei disabili a Partinico. Le fiamme ai mezzi, di proprietà del Comune, sono state appiccate ieri sera nel parcheggio sotterraneo della polizia municipale di via Pollastra.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco per spegnere l’incendio ai due pulmini, che il Comune ha dato in uso alla cooperativa Nido d’Argento. Ancora ignori gli autori del vile gesto, su cui sta indagando la polizia. “Un attacco al cuore di Partinico” lo ha definito il sindaco Maurizio De Luca, che ha aggiunto: “Solo i vigliacchi colpiscono i più deboli! Serve tutta la forza delle istituzioni per rispondere“.

Parole che sono un invito alla parte sana della società civile di Partinico, affinché prenda le distanze e si ribelli da un atto che sa tanto di intimidazione. “In questi giorni – ha sottolineato il sindaco De Luca – il Comune sta avviando un piano di risanamento che impone scelte difficili per garantire un futuro a questa comunità, ci stiamo battendo per far uscire la città dal vecchio sistema dei rifiuti e riorganizzare l’amministrazione, rompendo con i vecchi criteri che hanno portato l’ente al dissesto finanziario. Abbiamo già trovato segnali intimidatori anche in altri settori dell’amministrazione. Ma questo è veramente inaccettabile. Andremo avanti con maggiore forza. Non l’avranno vinta. Poco dopo aver appreso la notizia, ho chiamato il presidente della Regione Nello Musumeci”.

“Non ci sono parole per commentare questo gesto – ha aggiunto Rosi Pennino, assessore ai Servizi sociali -. Facciano quello che vogliono, noi andremo avanti lo stesso. Si tratta di un episodio che arriva a ridosso alcune scadenze significative: prima il programma di risanamento avviato in tutti i settori dell’ente. E poi, per ciò che riguarda il mio settore, un piano sui servizi per i disabili nelle scuole e sul trasporto, innovativo e di cambiamento, che avrebbe preso corpo e vita a partire dal 7 gennaio. Da quella data avremmo coperto come Comune tutti i servizi che vanno dal trasporto, all’assistenza all’autonomia, all’igienico sanitario.

Per la prima volta il Comune di Partinico li avrebbe coperti totalmente, con un enorme sforzo, nonostante il dissesto, grazie alla collaborazione del sindaco e dei miei colleghi assessori. Dal mio primo giorno a Partinico ho lavorato per garantire e rilanciare una serie di servizi sensibili, per programmare nuove fonti finanziamento e in ultimo per riorganizzare i servizi sulla disabilità che mi stanno molto a cuore, in quanto madre di una ragazza con disabilità”.

Fonte Palermotoday.it